La Vinificazione e l'Imbottigliamento

La vinificazione delle uve (pratica molto delicata) è seguita accuratamente in tutti i suoi passaggi. I produttori sono già classificati dal winemaker per la qualità dei loro prodotti; all'arrivo delle loro uve in azienda, un accurato controllo visivo e del grado zuccherino determinano la classificazione del prodotto. Sulla base del risultato dei controlli le uve vengono classificate e destinate in contenitori differenziati per qualità. In questa fase il winemaker stabilisce il tipo di lavorazione da effettuare, destinando il prodotto ad una pigiatura e pressatura soffice che viene svolta entro il termine della giornata, oppure ad una macerazione di qualche giorno con presenza di bucce (vinificazione tradizionale). Al termine della pressatura le vinacce vengono eliminate ed il mosto viene immesso in contenitori avviando così la fermentazione: in questa fase la temperatura è costantemente tenuta sotto controllo. A fermentazione conclusa, si provvede all'esecuzione dei travasi delle masse in altri serbatoi per la loro separazione dalle fecce (residui organici naturali). In seguito il winemaker, in base alle tipologie di vino che vuole ottenere, inizia ad assemblare le varie qualità di vino. I vini vengono chiarificati e filtrati allo scopo di separare le particelle presenti in sospensione rendendoli così perfettamente limpidi. Successivamente sono refrigerati per evitare la precipitazione in bottiglia di cristalli di cremortartaro. Dopo la refrigerazione il vino viene stoccato in appositi contenitori di acciaio inox. Durante tutte le fasi descritte, si provvede a prelevare dei campioni che saranno analizzati in laboratori specializzati. A questo punto se la qualità è idonea i vini sono pronti per l'imbottigliamento. Il prodotto prima di essere confezionato attraverso una modernissima catena d'imbottigliamento, subisce un processo di microfiltrazione che viene svolto attraverso l'impiego di due filtri a membrana (con porosità di 0,45 micron); tale fase ha lo scopo di eliminare la carica microbica residua (batteri, muffe e lieviti). Le bottiglie vuote sono sciacquate e sterilizzate; l'imbottigliamento è seguito con una macchina riempitrice isobarica e, attraverso un nastro trasportatore, i prodotti subiscono le seguenti lavorazioni: Tappatura; Incapsulamento; Etichettaggio; Marcatura lotto (bottiglie e cartoni); Confezionamento; Pallettizzazione. I suddetti processi vengono eseguiti in maniera automatica. Il responsabile della produzione e gli addetti all'imbottigliamento sono sempre presenti per la supervisione del buon andamento dei processi produttivi e per il rifornimento in linea dei prodotti per il confezionamento. Durante l'imbottigliamento, ed in orari diversi, vengono prelevati dei campioni per l'analisi microbiologica ed alcuni di essi conservati per almeno 6 mesi.

NOVITA'
Acquista subito On Line i Vini Colli di Catone

vini online

e commerce
P.Iva 00978091007